Registrare una conversazione non è intercettazione: la registrazione è lecita e utilizzabile in sede giudiziale

La Corte di Cassazione, seconda sezione penale, nella sentenza n. 24288/2016 ha chiarito che la registrazione di una conversazione da parte di una persona che vi partecipa attivamente o autorizzata ad assistervi, può essere acquisita legittimamente al processo, senza previa autorizzazione del GIP ai sensi dell’art. 267…

Continua a leggere